Vai al contenuto

Progetto Memoria 2021

    MUSEO VIRTUALE

    World Art Day_la Giornata Mondiale dell’Arte

    Sono trascorsi 11 anni quando l’Assemblea Generale dell’International Association of Art, un’organizzazione non governativa che lavora insieme all’UNESCO, a Guadalajara, una città messicana di oltre 1 milione di abitanti, ha votato all’unanimità, la proposta della Turchia di nominare il 15 aprile di ogni anno “Giornata Mondiale dell’Arte”.

    Da allora, si susseguono ogni anno eventi e celebrazioni per richiamare l’attenzione sull’importanza dell’Arte e della Cultura come strumenti necessari per il benessere dell’umanità.The World Art Day è la giornata che unisce tutto il mondo in un’unica grande festa dedicata all’arte.

    Celebrare l’arte in tutto in mondo in un unico giorno aiuterà enormemente la diffusione della coscienza e della conoscenza dell’arte.

    Anche le associazioni culturali Fare e Furclap quest’anno vogliono celebrare l’arte proponendo una mostra virtuale che raccoglie le esperienze artistiche dell’ultimo decennio. In particolare tematiche tutt’oggi molto attuali.

    Archè Gallery Concept

    La mostra raggruppa un decennio di esperienze artistiche che le associazioni culturali fare-fûrclap hanno messo in atto nel territorio nazionale. Uno spazio riflessivo a tutto campo che si basa sulla fusione di codici artistici e la ricerca di forme estetiche contemporanee.

    Alla ricerca del principio unificatore o ARCHÈ. L’archè è il principio, la materia primordiale, la forza propria da cui tutte le cose derivano, la legge che spiega la loro nascita e morte.

    La mostra assume i caratteri immersivi dell’installazione e i vari ambienti dialogano su tematiche contemporanee:
    – FRANTUMAZIONE_la frantumazione dell’io (destra)
    – TEKTONIKE’_i muri, i confini e i limiti dell’uomo (destra)
    – INUTILE e STRADE ROSSE_natura, sostenibilità, riciclo e riuso (centro)
    – L’ANIMA e IL SACRO_l’anima e il canto – i sapori del sacro (sinistra)
    – + E’ – [PIU’ E’ MENO]_la povertà e la ricchezza (fondo)

    SINTESI PROGETTO MEMORIA

    Grazie agli apprezzati appuntamenti del Progetto Memoria, abbiamo guardato con occhi nuovi gli anni ’70, ’80 e ’90 in Friuli. Li abbiamo raccontati con testimonianze, interventi, letture, canzoni e monologhi, che hanno emozionato e fatto riflettere. Oggi condividiamo con grande piacere una sintesi di questo percorso. Guardate il video qui su YouTube:

    APPUNTAMENTI

    Dal 1970 al 2000 si sono avvicendati cambiamenti epocali. In una “manciata di anni” siamo passati dal gettone telefonico allo smartphone, dalla macchina da scrivere al laptop, dal Prog al Punk alla Chillout, dall’economia reale a quella virtuale. Nei sei appuntamenti che proponiamo cerchiamo di raccontare un’evoluzione che poche altre epoche storiche hanno visto, attraverso le testimonianze di chi ha vissuto quelle esperienze in prima persona e di coloro che, nati alle soglie del nuovo millennio, si affacciano al futuro.

    ???? Museo Etnografico del Friuli ∙ Via Grazzano 
    ????️ Anni ’70 ∙ 28 Novembre 2021
    ????️ Anni ‘80 ∙ 26 Dicembre 2021
    ????️ Anni ‘90 ∙ 30 Gennaio 2022 

    Le anteprime :
    ????️ 26 Novembre ∙ Al Vecchio Tram ∙ Piazza Garibaldi 
    ????️ 21 Dicembre ∙ Al Vecchio Stallo ∙ Via Viola
    ????️ 28 Gennaio ∙ Caucigh ∙ Via Gemona 

    Anni ‘70 

    Da un Friuli rurale, semplice e sconosciuto alle prime industrie, un florido artigianato, un mondo culturale in subbuglio. Ad alcuni protagonisti di quegli anni il compito di raccontare e cantare un periodo ricco di contraddizioni, di creatività e di violenza.

    Anteprima anni ‘70 
    ????️ 26 Novembre 2021 
    ???? Al Vecchio Tram – Piazza Garibaldi, Udine (UD)
    ????️ 18.30 

    Con:
    Gianfranco Lugano ∙ pianoforte
    Magda Minotti ∙ letture

    Anni ‘70 
    ????️ 28 Novembre 2021
    ???? Museo Etnografico del Friuli – Via Grazzano, Udine (UD)
    ????️ 16.30

    Con:
    Giovanni Floreani ∙ Introduzione
    Beppino Lodolo ∙ Canta le melodie allora osteggiate dalle avanguardie
    Associazione culturale Espressione Est Gianna Gorza intervistata da Arianna Romano racconta l’esperienza del “fare teatro” con il glorioso collettivo Orculat di Franco Masarin
    Andrea Del Favero ∙ Descrive i passaggi che hanno dato vita a Folkest, uno dei festival musicali più importanti d’Europa

    Anni ‘80

    Anteprima anni ‘80
    Con Anthony Basso e Rockside.
    ????️ 23 Dicembre 2021
    ???? Al Vecchio Stallo
    ????️ 20.30

    Anni ‘80
    ????️ 26 Dicembre 2021
    ???? Museo Etnografico del Friuli
    ????️ 16.30

    Con:
    Anthony Basso ∙ Dagli anni ‘70 agli anni ‘80
    Ashanti Collavini ∙ La condizione della donna
    Federica Sansevero ∙ Madri e figlie negli anni ‘80. Monologo “La realtà della donna in Friuli”
    Anthony Basso ∙ Gli anni ‘80

    Anni ‘90

    Musica Tecnologia Arte Cultura

    Con:
    Rocco Burtone
    Aaron Collavini
    Giulia Grimaz
    Davide Sartori
    Sybell (Cristina Spadotto)